Registrazione documenti di stato civile in Romania

Trascrizione del certificato di matrimonio

La registrazione degli atti di stato civile in Romania può essere fatta direttamente dall’Italia, presentando la domanda presso la missione diplomatica romena / ufficio consolare di zona.

I cittadini romeni che celebrano il loro matrimonio in Italia devono chiedere la trascrizione del matrimonio nei registri dello stato civile romeni, entro sei mesi dalla data del matrimonio.

La trascrizione del matrimonio celebrato in Italia deve essere richiesta anche nel caso di matrimoni misti (tra un cittadino romeno e un cittadino italiano).

Per la trascrizione dei matrimoni contratti dopo il 1° ottobre 2011 è necessaria la presenza di entrambi i coniugi.

I documenti necessari per la trascrizione del matrimonio presso l’ufficio consolare:

  • I coniugi devono rilasciare una autodichiarazione sostitutiva sulla scelta della Legge applicabile al regime matrimoniale (la Legge italiana o romena). Se uno dei coniugi non può presentarsi personalmente presso l’autorità consolare per il rilascio dell’autodichiarazione, la stessa può essere resa dinanzi un notaio, poi tradotta in romeno, asseverata e apostillata.

    Alcuni uffici possono chiedere la presentazione di un documento che attesti il regime matrimoniale. In caso di presentazione dell’estratto per riassunto dell’atto di matrimonio il regime matrimoniale è già menzionato nello stesso, pertanto è sufficiente tradurre, asseverare e apostillare l’estratto.

  •  Certificato di matrimonio internazionale plurilingue italiano (non è necessaria la traduzione, legalizzazione e apostille) in originale e copia o in alternativa l’Estratto per riassunto dell’atto di matrimonio plurilingue rilasciato dalle Autorità Italiane, apostillato dalla prefettura in base alla Convenzione dell’Aia del 5 ottobre 1961;

N.B. Tutti i documenti rilasciati per uso interno (non plurilingue) devono essere tradotti in romeno, asseverati e apostillati.

  • autodichiarazione sostitutiva, su modulo fornito dall’ufficio consolare, sull’inesistenza di una precedente trascrizione del matrimonio.
  • carta d’identità romena (per i residenti in Romania) o passaporto romeno e carta d’identità italiana o passaporto (per i cittadini italiani).
  • i certificati di nascita dei coniugi (romeni), in originale e copia. L’estratto del  certificato di nascita del coniuge Italiano in originale e copia che deve riportare i nomi dei genitori.

Il cittadino italiano può presentare un estratto di nascita internazionale plurilingue rilasciato ai sensi della Convenzione nr. 16 della Commissione Internazionale di Stato Civile relativa al rilascio degli estratti plurilingue di atti di stato civile, firmata a Vienna l’8 settembre 1976, tale certificato è esentato da traduzione e asseverazione.

Per la traduzione in lingua romena dei documenti di stato civile, l’asseverazione e legalizzazione non esitate a contattarmi.

Per ricevere un preventivo senza impegno mi potete inviare i documenti via e-mail all’indirizzo info@dumitrescu.it 

Altre informazioni e contatti li trovate direttamente sul mio sito www.dumitrescu.it

Annunci

36 risposte a "Registrazione documenti di stato civile in Romania"

  1. In risposta al quesito posto dal sig. Mici

    Commento: Buongiorno Ioana,
    Navigando in internet ho incrociato il Suo sito il quale credo possa far luce su un quesito il quale rende dubbia la professionalità di una cara amica Traduttrice legale con tanto di Agenzia. Mi spiego brevemente (spero).
    Devo far trascrivere il matrimonio con mia moglie Rumena presso le autorità competenti di Bucarest.
    Sono certo che occorrono solo 3 documenti da parte mia I quali sono: Certificato (estratto di nascita, preferibilmente plurilingue, l’estratto integrale di matrimonio, infine, un Documento di identità.
    La mia amica sostiene che l’apostille su territorio Italiano non è sufficiente per ritenere il documento legale. Sostiene che il documento deve essere con apostilla – tradotto e asseverato dalle autorità Italiane. Io invece insisto precisando che il documento richiede l’apostille, ma che questa è sufficiente per me inviarlo in Romania da mio cognato il quale provvisto di Delega resta in attesa di questi documenti per la traduzione in Rumeno e conseguente riti di legge. Chi ha ragione?
    Spero mi possa rispondere presto per dare in senso a questo dubbio.
    La ringrazio a cuore aperto e anticipatamente
    C. Mici

    Risposta:
    Buongiorno sig. Mici,
    l’apostille sostituisce la legalizzazione presso l’ambasciata del Paese interessato ed è quindi sufficiente a rendere il documento legale. La postilla può essere posta da un autorità interna dello Stato designata dall’atto di adesione alla Convenzione dell’Aia del 5 ottobre 1961, nel nostro caso la Prefettura.
    La traduzione del documento legalizzato (che riporta l’apostilla) può essere fatta anche in Romania da un traduttore autorizzato.
    Diversamente, si può recare al consolato romeno in Italia portando gli estratti plurilingue rilasciati in base alla Convenzione di Vienna dell’8 settembre 1976. In questo caso l’apostilla non è necessaria.
    Ioana

    Piace a 1 persona

    1. Gentilissima Ioana,
      con l’espressa risposta inviatami ha fatto svanire ogni ulteriore dubbio. È proprio vero quando dice che bisogna documentarsi prima ancora di giudicare. Sapevo che occorreva l’apostille e che avrei potuto far tradurre il tutto in Romania, ma a volte ci si rende conto che l’arroganza può essere parte di chi dovrebbe cambiare mestiere.
      Sono stato con mia moglie Anca in Ambasciata Rumena a Londra, un gentilissimo personale da fare invidia agli Italiani, sbrigativi ed efficienti. Resta però un piccolo dubbio. Sono sufficienti i miei due documenti con apostille da far tradurre in Romania, oppure occorre anche la mia carta di identità?
      La ringrazio infinitamente
      Crescenzo Mici

      Mi piace

  2. Gentilissima Ioana,
    con l’espressa risposta inviatami ha fatto svanire ogni ulteriore dubbio. È proprio vero quando dice che bisogna documentarsi prima ancora di giudicare. Sapevo che occorreva l’apostille e che avrei potuto far tradurre il tutto in Romania, ma a volte ci si rende conto che l’arroganza può essere parte di chi dovrebbe cambiare mestiere.
    Sono stato con mia moglie Anca in Ambasciata Rumena a Londra, un gentilissimo personale da fare invidia agli Italiani, sbrigativi ed efficienti. Resta però un piccolo dubbio. Sono sufficienti i miei due documenti con apostille da far tradurre in Romania, oppure occorre anche la mia carta di identità?
    La ringrazio infinitamente
    Crescenzo Mici

    Piace a 1 persona

      1. Cara Ioana,

        lei è gentilissima come sempre e come ce ne sono poche, segno evidente questo di assoluta serietà professionale la quale mi consente di fare buon uso dei Suoi consigli.
        Probabilmente avrà intuito che la registrazione del matrimonio svolto in Italia andava fatto circa 9 anni fa, ma che per mancanza di conoscenza non si è trascritto.Stiamo provvedendo adesso tramite il fratello di mia moglie si procederà tramite delega generale rilasciata dall’ambasciata Rumena di Londra, anche a cambiare il cognome: da Sandulescu a Mici (cambia il cognome, ma Mici è pur sempre lingua Rumena). Purtroppo senza trascrizione non possiamo procedere alla richiesta per la Cittadinanza Italiana per mia moglie Anca Georgeta, quindi stiamo procedendo un passo alla volta per fare ciò che andava fatto ben 7 anni fa. Ci siamo trasferiti a Londra per motivi economici, non navighiamo nell’oro ma non ci manca nulla grazie agli incentivi governativi. Ora però dovremmo pensare al successivo passo, cioè, la preparazione di tutti i documenti necessari per avviare la domanda. Ho una modesta idea di cosa occorrerebbe ma non certo del tutto, quello tutto che lascia sempre con l’amari in bocca qualora all’ultimo momento si scopre che manca ancora qualcosina. Ufficialmente siamo ancora residenti in Italia e vorremmo inoltrare la richiesta da essa. Potremmo incaricare qualcuno per i preliminari opuure dobbiamo obbligatoriamente essere fisicamente presenti?
        Qualora possa essere qualunque professionista, è necessario applicarsi dalla provincia di Taranto oppure da qualsiasi luogo su territorio nazionale? Se fosse possibile in qualsiasi provincia Italiana non avrei problemi a darle il mandato di applicarsi per la richiesta di cittadinanza (purchè rientri nelle sue competenze), in caso contrario dovrei rivolgermi ad addetti di Taranto e provincia. Non so se sono stato chiaro, ma lei mi ispira il massimo della fiducia, per cui resto inattesa di un Suo riscontro.
        Grazie per la cortese attenzione riservatami,
        C, Mici

        Mi piace

      2. Buonasera,
        purtroppo non ho capito molto bene di cosa ha bisogno esattamente.
        Per la trascrizione del matrimonio all’anagrafe dello stato civile romeno provvederà il cognato tramite delega. Pertanto deve aspettare il rilascio del certificato di matrimonio romeno.

        La domanda per la cittadinanza italiana può essere compilata anche online.
        Trova tutte le informazione anche al link sotto riportato.
        sportelloimmigrazione

        Ioana

        Mi piace

  3. Buonasera Ioana,
    ho bisogno del suo aiuto, se possibile.
    Mia moglie è rumena, ci siamo sposati lo scorso agosto, adesso dobbiamo registrare il matrimonio presso il consolato di Bologna, abbiamo ottenuto in Comune il certificato plurilingue, la registrazione è immediata che lei sappia? Perchè allo stesso tempo mia moglie vorrebbe rinnovare il passaporto (in scadenza 01/18), per il quale occorre il certificato di matrimonio rumeno. Inoltre ha la carta d’identità rumena scaduta da anni (finora usava il passaporto) e il certificato di nascita rumena NON plurilingue. Secondo lei senza questi due documenti possono sorgere problemi per rinnovare il passaporto? La ringrazio anticipatamente e la saluto

    Andrea

    Mi piace

    1. Buongiorno Andrea,
      il certificato di matrimonio in lingua romeno non viene rilasciato al momento della presentazione della domanda di registrazione. Se il funzionario del consolato è gentile, a volte fa la cortesia di espletare il tutto in giornata. E’ capitato che in mattinata è stata presentata la domanda di registrazione e in pomeriggio la persona è ritornata a prendere in certificato di matrimonio registrato, in questo modo ha potuto presentare subito la richiesta di rinnovo del passaporto.

      Per la richiesta del passaporto, oltre al certificato di matrimonio è necessario presentare anche la carta d’identità romena. Se la carta d’identità romena è scaduta immagino che può procedere lo stesso con il rinnovo del passaporto ma come cittadina romena non più residente in Romania … Le consiglio comunque di chiedere informazioni direttamente al consolato. Il certificato di nascita del cittadino romeno va bene quello originale, non serve plurilingue.

      Di seguito riporto l’elenco dei documenti necessari per la richiesta del passaporto:
      La documentazione necessaria per ottenere un passaporto di cittadino romeno con il domicilio in Italia (CRDS)
      • Permesso di soggiorno, o l’attestato di iscrizione nel registro della popolazione residente del comune – originale e in fotocopia
      • Certificato di residenza e la carta d’identità italiana, rilasciate dal Comune di provenienza – originale e in fotocopia
      • Certificato di nascita romeno – originale e in fotocopia
      • Certificato di matrimonio romeno (per quelli che sono sposati e anche per vedovi) – originale e in fotocopia
      • Sentenza di divorzio definitiva e irrevocabile (per i divorziati) – originale e in fotocopia
      • Certificato di decesso romeno del marito / moglie (per i vedovi) – originale e in fotocopia
      • Il vecchio passaporto (le prime 4 pagine) – originale e in fotocopia
      • La carta d’identità romena – originale e in fotocopia
      Le tasse consolari percepite sono le seguenti: 100 euro per il rilascio del passaporto.
      NB: Ai sensi della Legge nr.248/2005 art.34, il cittadino romeno che desidera stabilire la residenza all’estero ha l’obbligo di consegnare la carta d’identità romena (rilasciata dalle autorità romene).

      Cordialmente
      Ioana

      Mi piace

  4. Grazie mille per tutte le
    Informazioni, il problema è che al consolato nessuno risponde! Ci hanno dato appuntamento per il 20/11 per registrare il matrimonio, e il 29/11 per il rinnovo passaporto. Solo che nessuno ci dice se il 29 avremo il certificato di matrimonio rumeno…

    Mi piace

  5. Buonasera, sono un cittadino italiano che ha sposato una cittadina romena, nel settembre 2017, volevo sapere se passati i sei mesi disponibili per la Trascrizione del certificato di matrimonio presso l’ambasciata di Roma cosa succede? E’ possibile recarsi direttamente in Romania (Bucarest), dato che a novembre 2018 siamo in Romania per una settimana, e trascriverlo direttamente li al comune, grazie mille.

    Mi piace

  6. ——————————
    Messaggio sig. Fiorenzo:
    Buonasera, devo registrare il matrimonio tra me e cittadina romena entro il mese di Aprile
    Ho visto il suo blog e fatto i documenti multilingue come Lei consigliava (il mio di Nascita e di Matrimonio) che non devono essere legalizzati. Oltre a questi dovremo presentare in originale e copia al Consolato di Bologna il certificato di nascita di mia moglie di cui siamo in possesso dai documenti necessari per il nulla osta al matrimonio e documenti identita’.
    Nel sito della ambasciata segnalano anche la necessita’ di un documento, fatto da un notaio ,con il quale si indica il regime patrimoniale scelto dopo il matrimonio, nel nostro caso la comunione dei beni. L’impiegata dello stato civile mi ha detto che in Italia se non indicato , si intende scelta la comunione dei beni. Vorrei avere comunque la certezza di quale documento presentare per il regime patrimoniale scelto. Nel caso bastasse una autocertificazione ,Lei potrebbe tradurmela e legalizzare?
    La ringrazio della attenzione
    ——————–
    Risposta
    Buonasera,
    può chiedere all’anagrafe l’estratto per riassunto dell’atto di matrimonio dove si evince il regime patrimoniale scelto.
    La scelta dei coniugi sul regime patrimoniale viene annotata sul margine dell’atto di matrimonio. Se sull’atto risulta indicato «nessuna annotazione» vuol dire che è stata prevista la comunione legale dei beni.
    Le consiglio comunque di contattare l’ambasciata / consolato per chiedere conferma se questo tipo di documento è sufficiente.
    – In risposta alla seconda domanda le confermo la disponibilità a tradurre e asseverare il certificato che attesta il regime patrimoniale dei coniugi.
    Ioana
    ———————

    Piace a 1 persona

  7. Buongiorno!sono cittadina rumena e sono sposata con un cittadino italiano ,devo registrare il matrimonio italiano in Romania al ambasciata di Bologna,che documenti servano ?
    Per parlare con un operatore delle ambasciate rumene in Italia non è possibile che non rispondano mai!
    Grazie

    Piace a 2 people

  8. Buongiorno Madalina,
    L’elenco dei documenti richiesti per la trascrizione del matrimonio in Romania l’avevo riportato nell’articolo ma per facilità e aggiornamento lo riepilogo di seguito:
    – Certificato di matrimonio di tipo internazionale (estratto di matrimonio internazionale plurilingue), non necessita di apostille e traduzione. Se il matrimonio è stato contratto dopo il 01.10.2011 è necessario presentare l’estratto per riassunto dell’atto di matrimonio in quanto il certificato deve riportare la legge applicabile sul regime matrimoniale romena/italiana e il regime patrimoniale scelto.
    – Le carte d’identità rumene dei coniugi in corso di validità o passaporti romeni validi per coloro che non sono in possesso della carta d’identità;
    – Se uno dei coniugi è cittadino italiano o di un altro Stato UE, presenterà la carta d’identità o il passaporto.
    – I documenti di identità dei coniugi rilasciati dallo Stato di residenza che certificano la loro residenza (solo per i cittadini romeni residenti all’estero e coniugi di altre nazionalità diversa da quella rumen);
    – certificati di nascita dei coniugi; se uno dei coniugi è cittadino italiano / straniero, presenterà un certificato di nascita (estratto) dal quale deve risultare i nomi dei genitori; se il coniuge ha una nazionalità diversa da quella italiana, il certificato di nascita con i nomi dei genitori sarà accompagnato da una traduzione certificata in lingua rumena o italiano;
    – per i cittadini rumeni vedovi – certificato di matrimonio rumeno e il certificato di decesso del coniuge;
    – per i cittadini rumeni divorziati – la sentenza di divorzio definitiva ed irrevocabile o rimasta definitiva per i processi iniziati a partire dal 15/02/2013;
    – nel caso fossero intervenute modifiche del nome e/o del cognome di uno dei coniugi rispetto al suo certificato di nascita, dovranno essere presentati i documenti necessari a chiarire le incoerenze riguardanti il nome e/o il cognome (certificato di matrimonio, sentenza di divorzio, ecc ).

    Tutti i documenti devono essere presentati in originale e fotocopia.
    La richiesta di trascrizione del matrimonio può essere presentata da uno dei coniugi, cittadino romeno.

    È necessaria la presenza di entrambi i coniugi nei seguenti casi:

    – I coniugi desiderano cambiare il cognome dopo il matrimonio (a condizione che il certificato di matrimonio (estratto) non sia specificato il cognome dei coniugi dopo il matrimonio).
    – Il certificato di matrimonio non specifica la legge applicabile al matrimonio (italiana, rumena, ecc.) o il regime patrimoniale tra coniugi (comunità legale, separazione di beni, comunità convenzionale) (solo per matrimoni contratti dopo il 01.10.2011).
    Se dal certificato di matrimonio (dichiarazione) risulta che non ci sono annotazioni, significa che si applica la legge italiana, convenzione civile di comunione. In questo caso, i coniugi rilasceranno una dichiarazione sulla legge applicabile al matrimonio.
    Se la legge applicabile è la legge rumena, deve essere specificato anche il regime matrimoniale dei beni (se viene scelta la separazione dei beni o la comunione convenzionale, i coniugi devono presentare una convenzione matrimoniale stipulata da un notaio rumeno).

    La trascrizione del matrimonio in Romania va fatta entro 6 mesi. Trascorso il suddetto termine esiste la possibilità che venga applicata una piccola sanzione.

    È necessario prendere un appuntamento accedendo il sito econsulat.ro

    Saluti
    Ioana

    Piace a 1 persona

    1. Grazie mille per informazioni!
      Avrei un altra domanda per favore ,
      Siccome io vorrei prendere la cittadinanza italiana per matrimonio visto che mio marito e italiano che documenti mi servano dalla domani?questi documenti li posso fare in Italia al ambasciata rumena a Bologna?sennò posso fare la procura al.mio zio in Romania per spedirli?che documenti servano del mio zio dalla Romania per farli fare una procura a lui?
      Grazie mille

      Piace a 2 people

  9. Buongiorno Madalina,
    i documenti richiesti per la cittadinanza italiana per matrimonio sono i seguenti:
    – Certificato di nascita legalizzato munito di traduzione legalizzata.
    – Certificato penale del paese di origine legalizzato e munito di traduzione legalizzata di data non anteriore a sei mesi.
    – Ricevuta del versamento del contributo obbligatorio di 250 €
    – Una marca da bollo da 16 euro.

    Attenzione! Per certificato legalizzato si intende che sul certificato viene messa l’appostilla da parte della prefettura locale.

    Può dare procura a Suo zio per ottenere i documenti in Romania oppure, visto che deve andare al Consolato per registrare il certificato di matrimonio si informi se può ottenere questi documenti tramite il consolato.
    In caso di risposta negativa, Le conviene comunque fare la procura direttamente in lingua romena al consolato, dovrebbe essere gratuita

    L’istanza per la cittadinanza italiana va presentata online sul sito del Ministero dell’Interno

    Saluti
    Ioana

    Piace a 1 persona

  10. Buongiorno, sono cittadina rumena è da 9 anni sono sposata con un cittadino italiano . Non ho trascritto il matrimonio in Romania … per tanto è obbligatorio trascriverlo.? Sono anche in causa di separazione adesso. Cordiali saluti !

    Piace a 1 persona

    1. Buonasera,
      è obbligatorio trascrivere il matrimonio e successivamente registrare la separazione e/o divorzio.
      Nel caso in cui si dovesse risposare avrà bisogno del nulla osta e in assenza di trascrizione nei registri di stato civile romeni del matrimonio e del divorzio risulterà che è nubile (cosa non veritiera).
      Saluti

      Mi piace

      1. Grazie mille. Un altra domanda … per tradurre e apostilare in lingua rumeno posso farlo anche direttamente all’ambasciata..? Cordiali saluti!

        Mi piace

      2. Grazie ! Avrei un altra domanda … io non ho acuisito il cognome del mio marito per matrimonio e neanche lui il mio , devo fare uguale la dichiarazione notarile ? Se si mi spiega come perché i notai non capiscono come va fatta visto che sono rimasta con il mio cognome anche dopo il matrimonio. La ringrazio infinitamente. Saluti

        Mi piace

  11. Buongiorno, considerando che mi presenterò da sola (cittadina romena) per la registrazione del certificato di matrimonio contratto con un cittadino italiano, come bisogna procedere con la dichiarazione sulla legge applicabile al matrimonio che dovrà essere rilasciata dagli entrambi coniugi?
    Grazie,
    Cordiali saluti.
    Nicoleta

    Mi piace

    1. Buongiorno,
      Se suo marito non può essere presente in ambasciata può presentare l’estratto per riassunto dell’atto di matrimonio tradotto e legalizzato oppure può dare la dichiarazione dinanzi a un notaio. Anche in questo secondo caso deve far tradurre la dichiarazione in romeno.
      Se ha bisogno del servizio di traduzione asseverazione e legalizzazione non esiti a contattarmi.

      Saluti
      Ioana Dumitrescu

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...